Preloader Image

RnB da “On Broadway” a “Waterfalls”

RnB da “On Broadway” a “Waterfalls”

RnB oggi significa un altro capitolo di questa sola, unica grande storia.
Del resto, RnB è un termine che si inizia ad ascoltare vicino al blues degli anni ’40 e che diventa il terreno su cui si semina il rock and roll. Si toglie attenzione all’improvvisazione del blues e ci si concentra sulla forma canzone. Oh, insomma, se lo chiedi in giro qualcuno ti dirà che l’RnB è basato su accordi blues suonati con un ritmo insistente. Lo so, qualcuno te lo dirà così. E non ha torto.
Poi se guardi agli anni ’50 è facile incontrare Ray Charles ad esempio.

Uno che ha fatto dell’ RnB la sua vita e la sua missione. Poi ci sono i gruppi vocali come Drifters. Ah, Drifters. Un gruppo formato per dare a Clyde McPhatter un gruppo che lo accompagnasse nel 1963 e da lì la nostra storia vede nei Drifters passare oltre sessanta musicisti. Di loro a noi resta la musica, quel Doo-Wop che oggi viene ancora celebrato da tutti gli artisti che si occupano di “retro-soul” (ma con me non usate questo termine orrendo, facciamo che da qui in poi utilizziamo l’espressione più precisa “rinascimento del soul classico”).
Dicevo che ci resta la musica, perché ben prima di George Benson, ‘On Broadway’ era la loro.

E poi succede qualcosa, nella nostra sola unica grande storia. Succede che RnB lentamente si trasforma e diventa il soul. Diventa altro. Perché le persone hanno bisogno di certezze e quindi è necessario per le persone dare un nome a tutte le cose.
Un sacco di anni dopo, quindi, cosa fai?
Perché è logico che se hai chiamato una cosa in un modo e quella cosa cambia con il tempo, cresce, ingloba altre cose, diventa anche lei qualcos’altro. Quindi tu cosa fai?
Aggiungi “contemporary” davanti e credi di aver risolto nel migliore dei modi il problema.
Ecco che hai “inventato” il Contemporary RnB.

Solo che il Doo-Wop non c’è più e forse il blues è ancora più nascosto. Di sicuro gira qualche soldo in più e quindi puoi prendere quelle note, quei suoni, e farli risplendere. Li vesti a festa.
Prendi l’urgenza del soul allora ma gli metti il vestito migliore, quello costoso. Ma non ti basta, perché il tuo ‘outfit’ ha bisogno di accessori degni. Ed ecco che ti aiuta quell’amico nato a Sedgwick Avenue, Mr Hiphop.
Passi quindi alla lista degli inviti e segni a penna qualche nome. Parti da un parente ormai lontano come ad esempio Terence Trent D’Arby e poi in rapida successione ci metti anche Maxwell che poi chiamerai Neo Soul ma ti troverai con una festa alla quale partecipano Janet Jackson, R.Kelly, John Legend, TLC, Fugees…

Tutti con le loro spezie, tutti con le loro particolari tecniche di cottura, tutti con una sequenza di canzoni che ancora oggi lasciano senza fiato. Pur se nel 2020 il “contemporary RnB” è diventato ancora qualcos’altro. Ma lo vedremo in un’altra storia.
Per questa volta abbiamo fatto un sacco di strada, da ‘On Broadway’ a ‘Waterfalls’ passando per ‘Dance Little Sister’ ed è arrivato il momento di riposare un poco.

Ma poi, seriamente, RnB o R&B?

Leave a Reply

* Your email address will not be published.
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>