Preloader Image

SLRVLTN Sei Quattro Ventuno

SLRVLTN Sei Quattro Ventuno

SLRVLTN Sei Quattro Ventuno è andato in onda su Radio Milano International in FM, DAB e Streaming e ora è disponibile on demand:

SLRVLTN Sei Quattro Ventuno #SNDTRCK

E questa è la Soundtrack del suono di questa settimana:

SLRVLTN Sei Quattro Ventuno Playlist
Segui il mondo di SLRVLTN su Instagram: @slrvltn

RUFF ENDZ – Party Over Here

TREVOR JACKSON – Bouts To Be

JRDN, DON MILLS – Mrs. Right Now

PAOLA GLADYS, QWALE & KUMBAYA – Floating

MARVIN GAYE – Just To Keep You Satisfied

KARL BENJAMIN – Moon

ZO!, TALL BLACK GUY, DARIEN BROCKINGTON, MUHSINAH, PHONTE – Hold My Hand

ELHAE, MASEGO – My City

PURPLEHEART, ADRIAN DANIEL – Body

SANANDA MAITREYA – Rain

CHIIILD, MAHALIA – Awake

ODDCOUPLE, JAMILA WOODS – Reflections

SAMUEL JACK – Crowded Heart

AALIYAH – Back & Forth

JOEL CULPEPPER – Thought About You

TAYLOR GRAY – Wait For It

YAKUL, MEREBA – Company

SLRVLTN Sei Quattro Ventuno #fuoriSLRVLTN

C’è una cosa che mi è difficile capire. Ed è il nuovo corso che ha preso Verzuz.
Il formato della “sfida” fra grandi della musica black ideato da Swiss Beatz e Timbaland ha dato vita negli ultimi due appuntamenti a qualcosa che a dir poco mi ha lasciato perplesso.

Gli “appuntamenti” con D’Angelo (and friends, due) e la “sfida” fra Earth Wind & Fire vs Isley Brothers sono stati a dir poco deludenti.

Quello che delude è come questi artisti che hanno consolidato il loro status di voci dalla reputazione granitica sui palchi del mondo si debbano (?) costringere a un formato che li vede “cantare” sui propri dischi. Su base, come nei peggiori karaoke.
A questo punto sarebbe opportuno rivedere il formato o quanto meno riportarlo alla sua dimensione originale, dove non ci sono esecuzioni imbarazzanti su base (quando va bene con i cori, certo, ma sempre basi da sagra restano), ma semplicemente gli artisti introducono un pezzo e viene suonato il disco.

La differenza sarebbe semplice: ci risparmierebbe l’infinito imbarazzo di vedere mostri sacri doversi esibire in un contesto avvilente, decisamente poco rispettosa della caratura artistica dei partecipanti al gioco.

Un gioco che, onestamente, finché ha queste regole forse non vale nemmeno la pena giocare. Tantomeno per incoraggiare qualcuno.

Di fatto, comunque, resta la buona notizia che Ron Isley sia stato fotografato in studio con Dr Dre. Anche se, viste le brutte abitudini di quest’ultimo, dobbiamo stare comunque cauti e assolutamente tranquilli.